venerdì 23 maggio 2008

Gamberi particolari

Se esistesse un premio per i disastri culinari, state certi che la sottoscritta ne vincerebbe diversi.... Questo è stato clamoroso, ho sbagliato la velocita del robot per emulsionare ed ho frullato tutto ciò che vi era di frullabile.... :)
Ancora riecheggia nella mia cucina il barbarico "NOOOOOOOOOO" (consentitemi la citazione, ho visto troppe volte l'attimo fuggente). In pratica quello che volevo fare erano dei banali gamberi al forno con un trito di prezzemolo, solo che prima si ho tritato il prezzemolo, ma poi ho voluto emulsionare prezzemolo olio e sale con il robot, si certo.. peccato per la velocità... ne è venuta una cremina color pistacchio...
A proposito ho trovato al mercato dei gamberi grigi, non ho la più pallida idea di quale sia la differenza rispetto a quelli rossi....



In teoria quello che avrei voluto fare è questo:

Ingredienti x4:
  • 600 gr di gamberetti sgusciati
  • 4 cucchiaiate di olio extravergine di oliva
  • 1 limone
  • 1 mazzetto di prezzemolo
  • 1 pizzico di santoreggia
  • 1/2 spicchio di aglio
  • pepe
  • sale

Procedimento:

Lavare e asciugare il prezzemolo e il limone, con un pelapatate togliere la scorza al limone e tritarla con il prezzemolo e l'aglio



Quì era prima del disatro....... Al trito aggiungere l'olio il sale e il pepe ed emulsionare il tutto...MI RACCOMANDO ATTENZIONE ALLA VELOCITA'. Dopo aver preparato la salsina, si perchè da me era già una salsina pistacchiosa, la si lascia riposare si sgusciano i gamberi e si sistemano in una teglia versandoci sopra l'emulsione di trito, olio e sale.



ora potete rendevi conto del perchè la chiamo salsa pistacchiosa...
coprire la teglia con stagnola e infornare in forno caldo a 180° per 20 min. I gamberi diventano rossi come gli altri....



diciamo che il flash rende al meglio il verde della salsa, però nonostante tutto il sapore era buono, anche se non era quello che intendevo preparare, d'altra parte non sono una cuoca ma una donna che pasticcia in cucina.... :)

martedì 20 maggio 2008

Vermicelli al sugo di polipo

Cosa fare quando mezzo polipo bollito giace in frigorigero, e non hai voglia di insalata di polipo? Bella domanda ardua risposta, diciamo che ci si mette a controllare se esitono altri rimasugli, in qualche recondito angolo del frigo, da poter mettere insieme, cerco dapprima il prezzemolo che naturalmente non c'è..
Rassegnata vedo un barattolo di conserva mezzo aperto e opto per una pastasciutta, ma il polipo devo in qualche modo farlo fuori.. allora perchè no? perchè non provare l'esperimento del sugo di polipo? Il sugo è buono, la pasta anche e polipo pure, insieme non devon essere malaccio.

Allora sotto con l'esperimento..

Ingredienti:
  • Mezzo polipo bollito(dipende dalle dimensioni e da quanti si è)
  • 1 scalogno piccolo
  • 1 spicchio d'aglio
  • sale
  • 1 pizzico di peperoncino
  • pasta(io ho messo i vermicelli)
  • un cucchiaino da caffè di aceto balsamico


Procedimento:

Far rosolare in una padella l'aglio con lo scalogno affettato sottilmente, prendere il polipetto e farlo a pezzetti.



quando l'aglio e lo scalogno sono rosolati togliere l'aglio, aggiungere il cucchiaino di aceto balsamico e farlo evaporare tutto, buttare il polipo in padella salare e far insaporire bene. Dopo pochi minuti aggiungere la conserva o pomodorini a tocchetti un pizzico di peperoncino e far cuocere.



una volta scolati i vermicelli, buttarli direttamente in padella e far saltare a fuoco vivo...



ci vorrebbe un po' di prezzemolo, ma anche così non è niente male...

sabato 17 maggio 2008

Nidi al forno

Questa ricetta l'avevo trovata sul forum "4moschettieri in cucina" diventato ora cucina&chiacchiere, devo ammettere che mi ha stupita, non avrei mai pensato di preparare una lasagna al forno in questo modo, è la seconda volta che la faccio ed ho fatto delle piccole modifiche, ad esempio i nidi li ho fatti scottare qualche istante in acqua bollente prima di infornare, veloce, facile, buona cosa chiedere di più?

Ingredienti:
  • nidi(che poi sono le lasagne ancora arrotolate dalla scatola)
  • sugo di carne
  • sugo di pomodoro
  • una confezione piccola di besciamella
  • formaggio grattato

Procedimento:

Preparare un normale ragù di carne, in genere lo faccio con carne mista di vitello e maiale, ma questa volta dato che lo avevo già pronto era solo di vitello.



Contemporaneamante mettere su del sugo di pomodoro che dovrà essere abbastanza liquido, perchè sarà lì che i nidi dovranno cucinare.



una volta pronti i sughi ho dato una leggera scottata alla pasta(proprio pochi secodni), nell'acqua bollente per farla cuocere prima, facendo attenzione a non disfare i nidi, in realtà si potrebbe mettere tutto da crudo e far cucinare in forno, ma il tempo a disposizione non era molto ed ho dovuto escogitare qualcosa.. una volta cotti i sughi, si versa uno strato di sugo al pomodoro sul fondo di una teglia e si aggiunge un po' di besciamella



la restante besciamella l'ho amalgamata al restate sugo di pomodoro, ho adagiato i nidi nella teglia, ne ho messi 6 per riempirla, ma in due sono tanti infatti per la sera dopo si mangiano gli avanzi.



ogni nido si riempie con il ragù di carne



dopodiche si versa il restante sugo di pomodoro e si spolverizza con il formaggio grattato.



si copre con la stagnola e si inforna a 180° per circa un'oretta, a 10 minuti dal termine ho tolto la stagnola e acceso il grill per gratinare.



bollentissime ma buone e il nido resta intero.






giovedì 15 maggio 2008

Frittelle di zucchine

Le zucchine la mangerei in tutti i modi, grigliate, impanate, in carpione, come condimento per la pasta...

ma le frittelle hanno il loro fascino, non si può mai dire di no ad una frittella di zucchina (zucchina o zucchino? fa nulla tanto sempre buone sono..)

ieri sera travolta da un impeto culinario, impeto, diciamo che sono arrivata a casa in un orario quasi decente, ho visto quelle belle zucchine in frigo e non ho potuto resistere..

a dire il vero inizialmente ho sbagliato le quote, infatti ho tritato gli zucchini troppo grossi e non riuscivo ad amalgamare il tutto bene.

ma andiamo con ordine

Ingredienti:

  • mezzo chilo di zucchine
  • 2 uova
  • 80 g di farina
  • sale pepe
  • olio per friggere
Procedimento:

Pulire le zucchine e grattarle, inizialmente le ho fatte delle stesse dimensioni di quando faccio le carote in insalata, ma poi non riuscivo ad amalgamare bene, allora le ho effettivamente tritate, aggiunto due uova sale pepe e la farina



e lavorato il tutto fino ad ottenere una bella pappetta densa(lo ammetto l'ho assaggiata cruda non lo farò mai più è disgustosa).



intanto in una bella padellozza, più grande è meglio è perchè si fa prima, si mette a scaldare l'olio, quando è bello bollente si versa a cucchiate l'impasto.



si rapprendono in fretta e si girano, in un paio di minuti si posson togliere dal fuoco e adagiare su carta assorbente per togliere l'olio in eccesso.




chi ama le zucchine non può non mangiare le frittelle....

giovedì 8 maggio 2008

Cordon Bleu di tacchino

Rieccomi quà con questa semplice e gustosa ricettina, lo spunto l'ho preso dal forum cucina&chiacchiere, ringrazio ele2 per aver inserito la ricetta..

Ingredienti:
  • 2 fette di petto di tacchino

  • prosciutto cotto

  • 1 uovo

  • sale

  • pangrattato

  • mozzarella o altro formaggio(la mozzarella fa un po' di acqua)

Procedimento:

Frullare i petti di tacchino con l'uovo e salare.



con il composto, che sarà un po' colloso, bisogna ricompattare delle bistecchine,
per facilitare l'operazione mi son sporcata le mani con del pangrattato e ne ho
versato un po' anche sul piano di lavoro(cosa che ho scoperto dopo aver fatto il primo)



su metà delle bistecchine ricompattate ho messo del prosciutto cotto e delle fette
di mozzarella, chiuso con un'altra porzione di carne e impanato il tutto.



e poi via a friggere nella padella...



con due petti ne ho fatti tre, però erano abbastanza grandi, si può giocare tranquillamente con le quantità..



devo dire che son venute gustose, però la prossima volta al posto della mozzarella
voglio mettere un altro tipo di formaggio.