giovedì 21 agosto 2008

Polpo alla Luciana




Dilemma polpo, come mangiarlo diversamente dal classico Polpo in insalata? Ho cercato in internet ed ho trovato diverse ricette del Polpo alla Luciana. Naturalmente ogni ricetta era diversa dall'altra, allora ho cercato di leggerne il più possibile e di estrapolare da ognuna le parti in comune, ed ho provato a farlo. Non l'ho mangiato la sera stessa, anche perchè ha finito di cucinare alle 22.30. Al momento, mentre scrivo non l'ho ancora mangiato(è un post a rate), ma vi assicuro che ha un profumo da far venire l'acquolina in bocca.

Ingredienti:
  • 1 polpo
  • 2 pomodori
  • 1 spicchietto d'aglio
  • 1 filo di olio

Procedimento:

Il pescivendolo ha pulito il polpo... io a casa l'ho sciacquato per bene in acqua fredda non salata. Tutte le ricette prevedevano di usare un tegame di coccio, ma essendone sprovvista mi sono arrangiata con un tegame normale. Ho unto il tegame appena appena e messo uno spicchietto di aglio a rosolare, dopo poco ho messo il polpo e incoperchiato fino a quando ha tirato fuori tutta la sua acqua,



l'ho tenuto sul fornello a fuoco basso finchè è diventato rosato. Nel frattempo ho tolto la pelle e i semi ai pomodori, tagliati a tocchetti e buttati nel tegame.



Ho coperto il tutto con un foglio di carta da forno e legato bene con spago da cucina alla pentola(anche questo è un punto comune a tutte le ricette),



messo il suo bel coperchio e fatto cuocere a fuoco bassissimo per due ore, scuotendo di tanto in tanto per paura che attaccasse.



Dopo la cottura io l'ho lasciato così perchè l'avrei mangiato la sera dopo, quando ho tolto la carta ho visto che c'era molta acqua,



ho tolto il polpo e fatto restringere il sughino su fiamma vivace, non sapendo come consumare il cefalopode l'ho tagliato a metà, una parte fatta a tocchetti e messa nuovamente in padella,



l'altra parte invece voglio provarla in insalata, cotto in questa maniera deve essere più gustoso, e se mi avanza del sughino voglio condire gli spaghetti... Rieccomi pronta a finire il post con gli esiti dell'esperimento, ho servito il polpo con il sughino,



però così è un po' saporito(per forza l'unica acqua è quella salata che ha buttato il polpo), perciò la prossima volta ho due opzioni da valutare, o lo si serve senza sughino(ma sarebbe un peccato) oppure quando lo si cucina si butta via la prima acqua che il polpo emette(questo era indicato in alcune ricette). La metà messa da parte per l'insalata non è così saporita, è semplicemente gustosa. direi che l'esperimento andato abbastanza bene, meno male..

10 commenti:

maya ha detto...

Buono! direi che ti è venuto più che bene! cosi non l'ho mai provato..mo' me lo segno!!!
Ciao

barbara ha detto...

Ciao Tiziana,
ricambio la visita con piacere.
Anche il tuo blog è carino e pieno di ricettine sfiziosette e a proposito del polpo, io non lo faccio mai perché ho sempre il terrore che venga duro come gomma da masticare! Hai qualche consiglio in proposito??
Penso proprio che ti inserirò tra i miei blog preferiti!
Un abbraccio e a rivederci presto...
Bab

Tiziana ha detto...

@maya - attenta al sughino.. :)

@barbara - ciao!! quando faccio il polpo mi viene sempre tenerissimo, prendo sempre quello fresco, così il pescivendolo lo pulisce.. se lo faccio bollito, metto a bollire dell'acqua con un cucchiaio di aceto e mezzo limone tagliato; quando bolle lo immergo una volta, poi lo tiro su, quando bolle l'acqua di nuovo lo riimmergo e lo ritiro su, così per 3 volte, poi lo lascio dentro e lo faccio cucinare per 30-40 minuti col coperchio senza mai abbassare la fiamma, poi lo spengo e lo lascio lì a freddare... ti assicuro che viene tenerissimo..... Prova.. vedrai.. anche io avevo il tuo stesso timore...

Pippi ha detto...

Brava !!! ma hai mai provato a cucinarlo in pentola a pressione????? E' velocissimo e rimane di una tenerezza estrema prova !!! con la pentola a pressione riduci i tempi di cottura di più della metà!!! un bacio a presto Pippi

barbara ha detto...

Grazie per il consiglio, ma ogni volta che lo immergi dopo quanto lo ritiri su?
Comunque proverò.
Un abbraccio.
Bab

Tiziana ha detto...

@barbara - subito, in pratica lo tengo per la testa e lo immergo(senza bruciarmi le dita) e lo ritiro subito su... vedrai come le zampette si arricciano subito..
se guardi nel blog, c'è un post chiamato insalata di polipo, lì forse si capisce un po' di più..(spero, quando scrivo mi faccio prendere e non so mai se si capisce o meno), in ogni caso se non sono stata chiara non ti preoccupare dimmelo pure..

@pippi - non ho la pentola a pressione.. sob....

barbara ha detto...

No, no sei stata chiarissima. E a me incuriosisce anche quello in pentola a pressione, visto che ce l'ho.
Pippi come si fa' e soprattutto quali sono i tempi???
Ari- ciao.
Bab

Mammazan ha detto...

Preparazione per me insolita e molto interessante.... da copiare la prossima volta che compro il polpo:
E poi anche a me piace Scient of woman lo rivedo ogni volta che c'è la programmazione in tv
Ciao
Grazia

Anonimo ha detto...

adoro i tuoi "esperimenti":)
bacio
mami

Mestolo e Paiolo ha detto...

Bravissima Tiziana, ti è riuscito davvero bene.
Io per questioni di tempo lo cucino spesso in pentola a pressione.
A presto,
Stefano